Mostre di arte moderna e contemporanea

Giovanni Cerri, Marco Luz. Città aperte

20 ottobre - 3 dicembre 2011

Avanguardia Antiquaria
Via Canonica 20, Milano
Orari: lun-ven 10-19:30, sab 10:30-13:30 16-19:30

La Galleria Avanguardia Antiquaria inaugura la stagione autunnale con una bella mostra, dedicata a due artisti molto diversi tra loro per stile e poetica, Giovanni Cerri, che ha alle spalle un ricco curriculum espositivo ed è già stato proposto qui nel 2008, e un giovane esordiente, Marco Luzzi (Luz), che hanno in comune un forte interesse per le città e per ciò che esse rappresentano nella vita degli uomini.

La rassegna, curata da Stefano Vitali, che è il titolare di questo spazio, accosta quindi le "terre di frontiera" di Cerri, che, anche se traggono spunto dalle periferie industriali del milanese, non sono luoghi reali ma spazi della memoria, metafisici ed esistenziali, in cui la presenza umana non è esibita ma suggerita da oggetti simbolici, come palloncini rossi, aquiloni e scritte sui muri, che fungono da avvertimento per chi, forse, in futuro, tornerà ad abitare queste aree deserte e desolate, alle tele di Luzzi, realizzate in stile streeter, che pongono sotto i nostri occhi miriadi di individui stilizzati e omologati, che sono il frutto della globalizzazione.
Dal fondo di questo panorama urbano indistinto, fatto di uomini e donne, che spesso assomigliano ad altro rasentando l'astrazione, si staccano però degli individui diversi, isolati, che cercano di far notare il loro "essere differenti" e far risaltare la loro "identità". Uno dei principali punti di riferimento di questo artista, che ha una grande passione per il teatro, è, infatti, Luigi Pirandello, autore di un'opera straordinaria come Uno, nessuno, centomila, che è anche il titolo di un dipinto di Luz, dove si vedono "la massa e il singolo, divisi da uno spazio vuoto che, forse, in un futuro potrebbe essere occupato da chi, tra le due parti, si affermerà".

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate