Mostre di arte moderna e contemporanea

Phil Stern. Sulla Scena

17 giugno - 12 settembre 2010

Forma - Centro Internazionale di Fotografia
Piazza Tito Lucrezio Caro 1, Milano
Tel. 02-58118067
Orari: 10-20, gio-ven 10-22, lunedì chiuso

Il Centro Forma, da poco trasformato in Fondazione, ha deciso di festeggiare i primi 5 anni di attività con una bella mostra dedicata al fotografo americano Phil Stern, che è uno dei più importanti maestri del reportage in bianco e nero. Si ha così la possibilità di ammirare alcune delle sue foto più note, tra cui figurano quelle dei grandi musicisti jazz (Louis Armstrong, Miles Davis, Lester Young) e dei più famosi divi e registi di Hollywood (Humphrey Bogart, Marlon Brando, James Dean, Burt Lncaster, Sophia Loren, Dean Martin, Marilyn Monroe, Frank Sinatra, Elisabeth Taylor, Spencer Tracey, John Wayne, John Huston, Alfred Hitchcock), che Stern è riuscito a cogliere sulla scena, dietro le quinte, in momenti di pausa o di intimità.

Quella che emerge dalle sue foto, che sembrano scattate di getto, ma sono sempre ben orchestrate, è una vita allegra e spensierata, apparentemente perfetta e senza problemi, che Stern ci restituisce con un tocco di ironia e partecipazione. Non mancano comunque alcune incrinature, dei momenti di sconforto e solitudine. Così è, per esempio, nel caso di Marilyn Monroe, che, nel 1953, durante una festa di beneficenza, mostra due diversi aspetti della sua personalità, che è al tempo stesso sfavillante e sorridente, smarrita e disperata.

La rassegna, che Stern ha deciso di dedicare alla figlia, morta di cancro nel 2008, è accompagnata da un bel volume, curato da Alessandra Mauro ed edito da Contrasto. In copertina, si può vedere una delle sue foto più famose, una scanzonata immagine di James Dean, che è stata pubblicata su "Esquire", una delle riviste con le quali questo grande maestro dell'immagine collaborava. La prima era stata "Friday" nel 1939, poi erano arrivate le altre: "Life", "Collier's", "Look" ecc.

Le luci della ribalta e il mondo patinato dell'epoca d'oro di Hollywood non sono stati comunque i suoi unici soggetti. Durante la guerra, Stern è stato, infatti, corrispondente dal fronte di "Stars and Stripes", la rivista delle forze armate americane. Ferito gravemente, è stato decorato con la "Purple Hearth", una delle più antiche onorificenze statunitensi.

Gli scatti di Stern, ricchi di movimento e di vita, fanno da introduzione a quelli di Erwin Olaf, un giovane fotografo olandese, che si è spesso ispirato al cinema. Le loro immagini comunque non potrebbero essere più diverse. L'autenticità dei divi di Stern si scontra, infatti, con la "falsità" dei personaggi di Olaf, troppo stereotipati per sembrare veri.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate