Mostre di arte moderna e contemporanea

Elogio della semplicità. Un carattere dell'arte contemporanea

25 marzo - 20 giugno 2010

Fondazione delle Stelline - Sala del Collezionista
Corso Magenta 61, Milano
Tel. 02-45462411
Orari: mar-dom 10-20

Negli ultimi anni, le opere d'arte sono diventate sempre più spettacolari, costose e complesse, ma questa "ridondanza" non ha portato necessariamente a una miglior qualità dei lavori, né dal punto di vista estetico, né da quello concettuale. Molto spesso, infatti, si è potuto notare che sono proprio le opere realizzate in modo semplice e con povertà di mezzi quelle che riescono a esprimere con maggior forza idee e contenuti importanti.

Questa rassegna, che propone le opere di 35 artisti di importanza internazionale, come Vincenzo Agnetti, Giovanni Anselmo, Alighiero Boetti, Alberto Burri, Tony Cragg, Gina Pane, Lucio Fontana, Richard Long, Euan MacDonald, Bruce Nauman, Richard Nonas, Dennis Oppenheim, Giulio Paolini, Grazia Toderi, Grazia Varisco, Gilberto Zorio, ecc., ne è la chiara dimostrazione. I lavori esposti (dipinti, fotografie, video, installazioni), realizzati tra gli anni '60 e oggi, anche se sono molto diversi tra loro, hanno in comune, infatti, la capacità di parlare all'anima e rendere intelleggibile ciò che in apparenza non lo è affatto.
Alcuni sono così immediati da comprendersi al primo sguardo, altri richiedono maggior attenzione e riflessione. Tutti comunque aprono un dialogo con il visitatore, invitandolo a relazionarsi con materiali d'uso quotidiano e processi creativi, che sono semplici soltanto in apparenza. Dietro a loro si cela, infatti, una profonda e vivace complessità di pensiero, che suscita dubbi e curiosità, favorisce la crescita e la conoscenza.

La mostra, curata da Giorgio Verzotti, è dedicata alla memoria di Claudia Gian Ferrari, recentemente scomparsa, che ha creduto fin dall'inizio in questo progetto.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate