Mostre di arte moderna e contemporanea

ROMA - The Road to Contemporary Art

27 maggio - 30 maggio 2010

MACRO Testaccio
MACRO Future e Padiglione della Pelanda
Piazza Giustiniani 4
Info. 06-69380709
Orari: 16-24, dom 11-20

Visitare Roma in primavera è sempre spettacolare, ma quest'anno lo è sicuramente di più. Il 29 maggio, infatti, verrà finalmente aperto al pubblico il MAXXI, il Museo nazionale delle arti del XXI secolo, che qualcuno ha già avuto modo di vedere qualche mese fa, quando è stato inaugurato l'edificio progettato dall'architetto anglo-iracheno Zaha Hadid. Ora però si potranno ammirare anche le collezioni e ben 4 mostre ("Spazio", "Gino De Dominicis. L'immortale", "Kutlug Ataman. Mesopotamian Dramaturgies", "Luigi Moretti Architetto. Dal razionalismo all'informale"). Si potrà quindi verificare se questo museo, caratterizzato da forme sinuose ed elementi in aggetto, è anche funzionale e adatto allo scopo per cui è stato creato.
L'eccezionalità dell'evento, che richiamerà a Roma tutte le personalità del mondo dell'arte e della cultura, ha fatto slittare di un mese la fiera dell'arte contemporanea, che contrariamente agli anni passati, non sarà ospitata in diversi spazi della città ma solamente al MACRO Testaccio. Un'altra zona di Roma a forte vocazione artistica. Qui si trovano, infatti, il MACRO Future, che rappresenta lo "spazio giovanile" del MACRO, il Museo Comunale di Arte Contemporanea, di cui stanno per essere completati i lavori di ampliamento, affidati alle cure dell'architetto francese Odile Decq, La Pelanda, che è stata inaugurata lo scorso marzo ed è un centro di produzione culturale multifunzionale, dotato di sale espositive, laboratori, sale di registrazione e spazi teatrali, l'Accademia di Belle Arti e la Facoltà di Architettura di Roma Tre.

Le gallerie riunite nell'Ex Mattatoio di Testaccio per la terza edizione di "ROMA - The Road to Contemporary Art", gestita, come in passato, da Roberto Casiraghi, sono 67, 17 delle quali straniere.
La maggior parte di loro è ospitata nella Main Section, che è dedicata alle gallerie più note e di maggior esperienza. Per quelle più giovani, aperte da non più di 4 anni, è stata prevista, infatti, una sezione apposita, chiamata Start-up.
Un'attenzione particolare è stata riservata inoltre alle opere Fuori Misura di artisti celebri o emergenti, che sono collocate all'esterno degli spazi fieristici.
Oltre agli stand delle gallerie, sono presenti quelli dedicati alle istituzioni che operano sul territorio e alle maggiori riviste d'arte, che hanno così la possibilità di farsi conoscere e ampliare il loro pubblico.
La vera novità di questa manifestazione è comunque Roma Radio Art Fair, che, dal 20 maggio in poi, racconterà quello che sta succedendo nel mondo dell'arte contemporanea (interviste, incontri, dibattiti ecc.).

Come nelle scorse edizioni, "ROMA - The Road to Contemporary Art" è accompagnata da un nutrito programma di iniziative e mostre collaterali, che si tengono all'interno e al di fuori degli spazi fieristici.

Una delle rassegne più interessanti è sicuramente "Cose mai viste", l'esposizione che Achille Bonito Oliva ha allestito al Complesso Monumentale Santo Spirito in Sassia proponendo una selezione di opere che fanno parte delle collezioni private Berlingieri, Dalle Nogare, Di Maggio, La Gaia, Morra Greco.
Negli stessi spazi, si può vedere anche "Accademia delle Accademie", curata da Shara Wasserman, che permette di conoscere i lavori realizzati dagli artisti che hanno vinto una borsa di studio offerta dalle istituzioni culturali straniere attive a Roma.

Molte sono inoltre le mostre offerte dalle gallerie e dagli spazi museali della città. Oltre a quelle in corso al MAXXI, di cui abbiamo parlato sopra, e al MACRO di Via Reggio Emilia 54, che presenta ben 9 esposizioni ("Aaron Young", "Jacob Hashimoto", "Jorge Peris", "Joâo Louro", "Gilberto Zorio", "Luca Trevisani", "Alfredo Pirri", "Oscar Savio", "MACROradici del Contemporaneo") e consente di vedere in anteprima la nuova ala di Via Nizza, opera di Odele Decq, si possono visitare, infatti, "Chiara Dynys. Labirinti di memoria" all'Archivio Centrale dello Stato, "Giacomo Favretto. Sentimento e seduzione" al Chiostro del Bramante, "Da Corot a Monet. La sinfonia della natura" al Complesso del Vittoriano, "L'ammutinamento sembrava una possibilità" alla Fondazione Giuliani per l'arte contemporanea, "Tagli d'artista. Una storia lunga un secolo" alla Galleria Nazionale d'Arte Moderna, "William Klein. ROMA" ai Mercati di Traiano, "Philip Guston" al Museo Carlo Bilotti, "Edward Hopper" al Museo Fondazione Roma, "Percorsi del Novecento romano dalla Galleria Comunale d'Arte Moderna" a Villa Torlonia. Nelle vie e nelle piazze di Roma può capitare inoltre di imbattersi nelle "mucche d'artista" di Cowparade, l'iniziativa benefica ideata dallo scultore svizzero Pascal Knapp, che dal 1998 sta facendo il giro del mondo.

Per avere ulteriori informazioni sulla Fiera e gli eventi correlati, si può guardare il sito www.romacontemporary.it.
Per sapere quali sono le mostre d'arte moderna e contemporanea in corso a Roma, si può vedere la pagina che Artdreamguide dedica a questo argomento.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate