Mostre di arte moderna e contemporanea

Festival dell'arte Contemporanea. Opere / Works

21 maggio - 23 maggio 2010

Diversi spazi, Faenza
Info. 051-220080

Dato il successo delle precedenti edizioni, che si sono tenute nel 2008 e nel 2009, Faenza ha deciso di riproporre anche quest'anno il Festival dell'arte Contemporanea, una manifestazione molto particolare, che invita il pubblico a riflettere e confrontarsi su tutto quello che gira attorno a questo mondo affascinante e misterioso, che segue regole proprie, e, di conseguenza, non è sempre facile da capire.
Dopo aver parlato del futuro dell'arte e del sistema delle biennali, gli organizzatori hanno deciso di focalizzare l'attenzione degli spettatori sulle "opere", che sono il cuore pulsante dell'arte, il motore attorno al quale ruotano le vite degli artisti, il lavoro degli operatori e le emozioni del pubblico.

Parlare delle opere può sembrare strano, dato che di solito si dice che un'opera riuscita "parla da sola" e non ha bisogno di nessuna spiegazione, ma, come ha scritto Carlos Basualdo, che, assieme ad Angela Vettese e Pier Luigi Sacco, fa parte della direzione scientifica del Festival, "l'arte moderna ci ha insegnato che parole e immagini sono indissolubilmente collegate". Senza le prime, infatti, sarebbe molto difficile capire l'arte di Duchamp o di molti altri artisti concettuali, per i quali il pensiero, l'idea, sta alla base dell'opera.
Ecco allora che discutere di un'opera e della sua genesi, diventa importante, come lo è, del resto, parlare della sua distribuzione, della sua divulgazione e del suo rapporto con altri campi del sapere, come l'antropologia, la sociologia, la psicologia, l'economia ecc. Gli artisti, infatti, lavorano sempre all'interno di un contesto, che, nel bene e nel male, lascia delle tracce, e che può essere importante scoprire e riconoscere per arrivare a una miglior conoscenza del loro pensiero e delle loro opere. E questo vale ancora di più oggi visto che stiamo assistendo a una sempre maggior ibridazione e contaminazione non solo tra le arti, ma anche tra le culture, che è giusto indagare e approfondire per far luce sui processi creativi dei loro autori.

Ad aiutare il pubblico in questo viaggio dentro e attorno alle "opere", saranno relatori di altissimo profilo, tra cui artisti, curatori, critici, direttori di musei, docenti universitari, collezionisti, imprenditori, giornalisti, editori e rappresentanti degli altri settori creativi con cui l'arte sta sempre più spesso intessendo relazioni.
Fondamentale sarà inoltre l'apporto dei 400 giovani volontari che, fin dall'inizio, hanno donato slancio ed entusiasmo a questo progetto contribuendo a farlo crescere.

Per avere informazioni più dettagliate sugli eventi in corso a Faenza, si può guardare il sito dedicato al Festival dell'Arte Contemporanea, dove si possono trovare anche date e orari degli incontri che si tengono in altri momenti dell'anno, in Italia e all'estero. A partire da questa edizione, infatti, la manifestazione sarà preceduta, e seguita, da altri momenti di riflessione, dibattito e divertimento.
La C, simbolo di quest'evento, raggiungerà le capitali d'Europa a bordo del tir Via...ggiando, che porterà l'esperienza del Festival nelle fiere e nelle biennali d'arte contemporanea e, una volta tornato a Faenza, racconterà le sue avventure di viaggio.

Per conoscere cosa è stato detto e fatto nelle edizioni precedenti, si possono comprare i "Quaderni del Festival", che rendono conto degli interventi più significativi.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate