Mostre di arte moderna e contemporanea

Roberto Coda Zabetta. Nuvole sacre

27 luglio - 29 agosto 2010

Palazzo Reale
Piazza Duomo 12, Milano
Tel. 02-804062
Orari: lun 14:30-19:30, mar-dom 9:30-19:30, gio e sab 9:30-22:30. Ingresso libero

Per mettere definitivamente fine alla guerra, il 6 e 7 agosto 1945 gli Americani sganciarono la bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki uccidendo migliaia e migliaia di persone, che avevano come unica colpa quella di vivere in queste due cittadine giapponesi.
Roberto Coda Zabetta è sempre stato colpito da questa tragedia, che ha segnato la storia dell'umanità, ma, dopo esser tornato da un viaggio nel paese del Sol Levante, non ha potuto fare a meno di notare come la forma delle nuvole fosse simile a quella del "fungo atomico", benché la loro leggerezza e poesia fosse lontana anni luce dalla pericolosità e potenza di quella bomba, che era in grado di distruggere tutto ciò che si trovava nel suo raggio d'azione. È nata così l'ispirazione per queste opere, con le quali l'artista ci fa vedere la sua versione di quella tragedia dolorosa e crudele, che ha colpito il Giappone nel 1945 e negli anni seguenti. Gli effetti delle radiazioni, infatti, si sono protratti per diverso tempo facendo numerose altre vittime.

La mostra, che ha lo scopo di farci riflettere sull'insensatezza di quello che è successo, è arricchita dalla presenza di un video, Navel and A-Bomb (1960), diretto dal fotografo Eikoh Hosoe, che parla della follia umana e dell'assurdità di un'arma di distruzione di massa come la bomba atomica. A interpretarlo è un personaggio straordinario, il ballerino e performer Tatsumi Hijikata (1928-1986), al quale si deve la nascita della danza Butoh, una forma d'arte che si basa sul legame inscindibile tra uomo e natura e fa uso del corpo per comunicare la verità.

L'esposizione, che è curata da Claudio Composti ed è stata realizzata in collaborazione con la mc2gallery, è accompagnata da un bel catalogo, edito da 24 ORE Cultura - Gruppo 24 Ore.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate