Mostre di arte moderna e contemporanea

Giancarlo Cerri. Dalla figurazione all'astrazione. 1954-2003

20 marzo - 2 maggio 2010

Galleria d'Arte Contemporanea "Cascina Roma"
Piazza delle Arti 6, San Donato Milanese
Tel. 02-55603150
Orari: 9:30-12:30 14:30-18:30 dom 10-12:30 16:30-19

La Galleria d'Arte Moderna Cascina Roma ospita la più completa retrospettiva mai dedicata al pittore milanese Giancarlo Cerri, attivo sulla scena artistica da quasi 50 anni.
La mostra, curata da Luca Pietro Nicoletti, ripercorre la sua carriera attraverso un'ottantina di opere, che testimoniano l'evoluzione del suo stile, che, negli ultimi trent'anni, ha registrato almeno due svolte importanti. Il primo cambio di rotta va fatto risalire, infatti, al 1975, quando Cerri ha deciso di abbandonare la pittura naturalistica e figurativa degli esordi, che faceva riferimento alla tradizione lombarda di fine '800, e di orientare le sue ricerche verso una libera interpretazione della materia di derivazione informale. L'altro momento decisivo si è verificato invece alla fine degli anni '80, quando l'artista ha pensato di operare un'ulteriore semplificazione delle forme, che lo ha portato ancora più vicino all'astrazione. L'unica vera arte, quella degli uomini liberi, che non possono accontentarsi di ciò che vedono. Osservando i dipinti degli ultimi anni, risulta, infatti, evidente come l'artista non si interessi più dell'oggetto rappresentato, ma soltanto delle emozioni e dei sentimenti che riesce a trasmettere con la sua pittura, stesa in modo energico, ma raffinato e poetico, accostando tra loro eleganti "sequenze" cromatiche, composte, a seconda dei casi, da ocra, rosso, azzurro, verde e, soprattutto, nero. Un colore che ha per lui un profondo valore simbolico perché rappresenta la forza virile, ma anche il mistero e la spiritualità.
Ai dipinti esposti, che sono quasi sempre di grandi dimensioni, sono affiancati anche molti disegni, per lo più inediti, che testimoniano l'interesse di Cerri per questa pratica artistica, che ha sempre considerato "l'anima..., il colore, la carne" dell'opera.

La mostra è accompagnata da un bel catalgo, edito da Cortina Arte Edizioni, che contiene testi di Felice Bonalumi, Luca Pietro Nicoletti e Giancarlo Cerri.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate