Mostre di arte moderna e contemporanea

Robert Wilson. Voom Portraits

15 giugno - 4 ottobre 2009

Palazzo Reale
Piazza Duomo 12, Milano
Tel. 02-804062
Orari: lun 14:30-19:30, mar-dom 9:30-19:30, gio 9:30-22:30

Robert Wilson è considerato una delle figure di spicco del teatro sperimentale internazionale, ma la sua multiforme attività non si limita alla realizzazione di spettacoli e scenografie di grande qualità estetica e forte impatto emotivo. Nel corso della sua carriera, infatti, si è dedicato anche alla creazione di disegni, sculture, installazioni e opere video e, col suo linguaggio innovativo e il suo modo di usare la luce, il movimento e lo spazio, ha influenzato più di un artista.

La mostra in corso a Palazzo Reale ci propone un'ampia selezione dei suoi lavori più recenti, che hanno già riscosso grande successo all'estero. Si tratta di una serie di videoritratti ad alta definizione, dove compaiono animali, attori (Macaulay Culkin, Johnny Depp, Robert Downey Jr, Salma Hayek, Isabelle Huppert, Jeanne Moreau, Brad Pitt, Isabella Rossellini, Winona Ryder), modelle (Dita Von Teese), ballerini (Mikhail Baryshnikov, Lucinda Childs), scrittori (Gao Xingjian) e celebrità (Carolina di Monaco), che interpretano personaggi del mondo dell'arte, del cinema o della storia.
Di volta in volta eleganti, kitsch, ironici, patinati, grotteschi, ma sempre perfettamente costruiti e delineati, non lasciano certo indifferenti, complice quell'azione inaspettata e spesso impercettibile, che è capace di trasformare una fotografia proiettata in qualcosa di più complesso e intrigante, il "VOOM Portrait", che cattura l'attenzione, sconcerta e invita a riflettere.

Le opere di Wilson, che spesso sono accompagnate dalle colonne sonore di musicisti importanti, come Lou Reed, Tom Waits, Michael Galasso, Bernard Herrmann ecc., sono esposte nelle sale degli appartamenti storici, appena restaurati, e l'accostamento tra arredi d'epoca e nuove tecnologie crea un contrasto molto suggestivo.

L'ultima stanza, struggente e sofferta, è dedicata alla coreografa giapponese Suzushi Hanayagi, di cui vengono proposti alcuni ritratti realizzati appositamente per quest'occasione. Diversi dai precedenti, si concentrano su alcuni dettagli, come i piedi, le mani, il volto, che mostrano i segni del tempo e dell'età.

La rassegna su Robert Wilson, che è nato in Texas, fa parte del progetto "Milano-Mondo", che il Comune di Milano ha ideato per far conoscere le espressioni artistiche di altri paesi e che quest'anno è dedicato ad America e Giappone.

Wilson, che nel 1993 ha vinto il Leone d'Oro per la Scultura alla Biennale di Venezia e, nel 2007, ha esposto a Napoli e Spoleto, sarà di nuovo a Milano in settembre. Dovrà occuparsi, infatti, della regia dell'Orfeo di Monteverdi per il Teatro alla Scala, dove ha già lavorato diverse volte.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate