Mostre di arte moderna e contemporanea

La Monaca di Monza

25 novembre 2009 - 21 marzo 2010

Castello Sforzesco
Cortile della Rochetta - terzo piano
Sale Panoramiche
Piazza Castello, Milano
Info. 02-88463664
Orari: mar-dom 9-17:30, lunedì chiuso

La Monaca di Monza è uno dei personaggi più inquieti e passionali de I Promessi Sposi. Dietro la sua storia tormentata e drammatica, che si intreccia con quella della Milano seicentesca, si nasconde, infatti, la difficile vita di Suor Virginia, al secolo Marianna de Leyva, che i lettori di Manzoni conoscono come Suor Gertrude.

L'esposizione, curata da Lorenza Tonani, ripercorre le sfortunate vicissitudini di questa donna sola e disperata, che gli usi dell'epoca hanno costretto a nascondere sentimenti e sogni e a vivere di vergogne e rimorsi, attraverso le opere di alcuni tra i più importanti artisti italiani dell'800, come Francesco Hayez, Mosè Bianchi, Federico Faruffini, Giuseppe Molteni, Gaetano Previati ecc., che, di volta in volta, hanno posto l'accento sulla sua natura di vittima o peccatrice.

La mostra, che è arricchita da documenti, carteggi e atti processuali originali, ha offerto lo spunto per una ricerca più profonda, volta a indagare la condizione femminile in senso lato, troppo spesso soggetta all'insindacabile giudizio dell'autorità paterna e coniugale. Oltre al fenomeno delle monacazioni forzate, all'epoca così diffuse, sono state prese in considerazione, infatti, anche altre situazioni, che, in tempi diversi, hanno provocato la perdita della libertà di donne come Anna Bolena, Lucrezia Borgia, Pia de' Tolomei, Isabella Orsini.

Una sezione particolare è dedicata alle riduzioni drammaturgiche delle vicende della Monaca di Monza. Non si deve, infatti, dimenticare che, nel 1967, Luchino Visconti ha realizzato uno spettacolo teatrale basandosi su un testo di Giovanni Testori.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate