Mostre di arte moderna e contemporanea

That's Butterfly

8 settembre 2009 - 28 febbraio 2010

Castello Sforzesco
Sale Viscontee
Piazza Castello, Milano
Info. 02-88463664
Orari: mar-dom 9-17:30, lunedì chiuso

Con questa mostra, dedicata alla Madame Butterfly di Puccini e all'Archivio Ricordi, che ne conserva la memoria storica, prende il via un nuovo, importante progetto, che, il prossimo anno, porterà alla costituzione di un museo dedicato alla lirica a Palazzo Litta. Il Ministero per i Beni Culturali e il Comune hanno pensato, infatti, che fosse necessario avvicinare a questo genere artistico, per il quale Milano e l'Italia sono conosciute nel mondo, un pubblico molto più vasto ed eterogeneo di quello attuale.

Lo stesso intento anima la rassegna aperta al Castello Sforzesco, che accompagna il pubblico "dietro le quinte" facendogli scoprire, attraverso documenti (lettere, fotografie, libretti, partiture), bozzetti di scena, figurini, costumi, filmati e apparati multimediali interattivi, come si è svolto il processo creativo di questa straordinaria ed emozionante tragedia giapponese. Ogni opera lirica, infatti, è frutto del lavoro di diversi talenti (librettisti, costumisti, scenografi, esecutori ecc.) anche se in genere viene attribuita al solo compositore.

Ampio spazio viene dedicato alle diverse rappresentazioni della Butterfly, cui hanno collaborato artisti di rilievo, come Leopoldo Metlicovitz, che ha realizzato per Ricordi una serie di cartoline promozionali, e Arnaldo Pomodoro, che, nel 2004, ha ideato la scenografia del festival pucciniano di Torre del Lago. Figurini e costumi si devono invece a Giuseppe Palanti e Caramba (Luigi Sapelli), che hanno collaborato a lungo con la Scala di Milano.

La mostra è affiancata da numerose iniziative collaterali, tra cui MiTo Settembre Musica, che quest'anno, al pari del Comune di Milano, ha deciso di dedicare la sua attenzione alla cultura giapponese.

La scultura che accoglie il pubblico arrivando alla Corte Viscontea del Castello Sforzesco è stata realizzata dall'atelier d'arte di Gilbert Lebigre e Corinne Roger, che hanno tratto ispirazione da alcuni acquerelli di Metlicovitz.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate