Mostre di arte moderna e contemporanea

Dalla preistoria al futuro. Capolavori dalla Collezione Bischofberger

27 ottobre 2008 - 1 marzo 2009

Pinacoteca Giovanni e Marella Agnelli
Lingotto
Via Nizza 230, Torino
Tel. 011-0062713
Orari: 10-19, lunedì chiuso

La Pinacoteca Agnelli riprende l'indagine sul collezionismo, avviata nel 2007 con la presentazione delle raccolte di arte africana di Jean Pigozzi, focalizzando la sua attenzione su alcuni capolavori che il gallerista svizzero Bruno Bischofberger, notissimo a livello internazionale, ha acquistato per sé in 40 anni di attività e ricerca in campo artistico.

Magnus Bischofberger, che ha curato la mostra, ha deciso di intitolarla "dalla preistoria al futuro" per far risaltare i molti interessi coltivati da suo padre Bruno e da sua madre Christina. Non si possono, infatti, individuare all'interno di questa straordinaria ed eclettica collezione dei limiti temporali o di genere. In essa si trovano infatti, opere di arte moderna e contemporanea, fotografie, pezzi di design, ma anche alcuni preziosi reperti archeologici (asce da guerra, vasi, sculture) e un curioso nucleo di dipinti dell'800, realizzati dagli artisti popolari dell'Appenzell, la regione di provenienza della famiglia Bischofberger.

La smania collezionistica di Bruno Bischofberger, nato a Zurigo nel 1940, inizia molto presto, a soli tre anni. I suoi primi oggetti del desiderio sono i francobolli, poi, crescendo, comincia a interessarsi alle opere d'arte popolare locale, all'Art Nouveau e agli artisti della Pop Art. E sono proprio loro, Warhol, Lichtenstein, Rauschenberg ecc., i primi artisti contemporanei che propone nella sua galleria, aperta nel 1963, quando è ancora molto giovane.
Per loro non è un semplice gallerista, ma anche un confidente, un amico, un consigliere e un appassionato collezionista. E lo stesso sarà anche per gli altri artisti di cui si occuperà in seguito nell'arco di una sfolgorante carriera, coronata da grandi successi e felici intuizioni. Dai suoi spazi espositivi passeranno, infatti, gli autori più innovativi degli anni '60, '70 e 80: Jean Tinguely, Yves Klein, Donald Judd, Dan Flavin, Bruce Nauman, Joseph Kosuth, Julian Schnabel, David Salle, Miquel Barceló, Francesco Clemente, Enzo Cucchi, Jean-Michel Basquiat, Damien Hirst ecc.

La pittura e la scultura comunque non sono le uniche passioni di Bruno Bischofberger. La sua casa zurighese, progettata da Ettore Sottsass, contiene, infatti, molti importanti pezzi di design (mobili, oggetti d'arredo, argenti, ceramiche), realizzati da Alvar Aalto, Le Corbusier, Adolf Loos, Gio Ponti, Jean Prouvé, Gerrit Rietveld, Maurice Marinot, Henning Koppel e Lucio Fontana.
Di grande interesse sono anche le fotografie raccolte da questo eclettico collezionista. A scattarle sono stati, infatti, alcuni tra i più noti fotografi del '900: Richard Avedon, Erwin Blumenfeld, Horst P. Horst, Robert Mapplethorpe, Martin Munkazi, Paul Outerbridge, Irving Penn, Man Ray ecc.

La mostra, che propone una selezione di 164 opere provenienti dalla Collezione Bischofberger, è arricchita da un bel catalogo Electa, realizzato col sostegno della Ernst Göhner Stiftung di Zurigo. L'allestimento è stato curato dall'architetto Marco Palmieri.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate