Mostre di arte moderna e contemporanea

MiArt 2007. XII Fiera internazionale di arte moderna e contemporanea

30 marzo - 2 aprile 2007

Fieramilanocity
Ingresso Porta Teodorico
Padiglioni 1, 2 e 4
Info: 02-485501
Orari: 12-21, 2 aprile 12-18, 29 marzo su invito

La primavera riporta in città MiArt, la fiera milanese dell'arte moderna contemporanea, che, nonostante il proliferare di iniziative analoghe, si riconferma come una delle più importanti in Italia.
La sede espositiva è la stessa dello scorso anno, i Padiglioni del Portello di Fieramilanocity, "where the Art is", come recita il sottotitolo della manifestazione.

Le gallerie presenti, tutte di alto livello qualitativo, sono circa 200 e molte sono alla loro prima apparizione sulla scena milanese.
La selezione è stata fatta da un Comitato consultivo, composto da Matteo Lorenzelli, Massimo Mininni, Marco Niccoli e Carla Pellegrini Rocca, già attivi lo scorso anno, e da Benjamin Brown e Philomene Magers, chiamati a partecipare al posto di Claudia Gian Ferrari e Claudio Guenzani.
Altri referenti sono: Paola Capata, Alessandro De March e Federico Luger per il settore "Anteprima", che quest'anno si presenta anora più sperimentale e attento alle novità; Claudia Gian Ferrari e Carla Pellegrini Rocca per "Art & Co".

Paese ospite di questa edizione di MiArt è l'Olanda, che partecipa alla manifestazione con diverse gallerie e artisti, oltre che con progetti realizzati ad hoc.
Grande attesa suscita anche lo stand della Fondation Beyeler di Riehen, che festeggia i 10 anni di attività.
L'occasione, davvero ghiotta, permetterà di conoscere una delle più straordinarie raccolte d'arte internazionali, che vanta opere di Cézanne, Monet, Degas, Matisse, Miró, Picasso, Giacometti, Calder, Bacon, Warhol, Rauschenberg, Rothko, Kiefer ecc.
A metterla insieme, ci ha pensato il gallerista svizzero Ernst Beyeler, che ha voluto coronare il suo sogno con uno splendido museo, realizzato da uno dei più noti architetti italiani, il famosissimo Renzo Piano.
Un'altra iniziativa importante è la mostra omaggio che Luigi Sansone dedica a Mercedes Garberi, recentemente scomparsa, che, per un ventennio, ha diretto le Civiche Raccolte d'Arte di Milano contribuendo all'arricchimento delle collezioni milanesi.

La ripartizione degli spazi fieristici è quella tradizionale, suddivisa in 4 settori:

- Arte moderna (dal primo '900 agli anni '60);
- Arte contemporanea (ultimi decenni);
- Anteprima (artisti emergenti under 35);
- Art & Co (arti decorative e design).
Non mancano ovviamente gli spazi dedicati agli editori, ai musei e alle istituzioni artistiche.

Dato il successo dello scorso anno, ritorna anche lo spazio dedicato ai Video, che propone cinque diversi progetti, firmati da Maria Rosa Sossai, Christian Merlhiot, Ian White e Marianna Vecellio.
L'idea è quella di fare il punto sulla situazione artistica internazionale dagli anni '70 a oggi focalizzando l'attenzione su tematiche particolari e, soprattutto, sull'influenza che la forma cinematografica sta avendo nel campo dell'arte contemporanea. Un argomento che il 31 marzo, sarà oggetto, anche di una tavola rotonda.
Ampio spazio viene dedicato alla scena artistica olandese, rappresentata dalle opere di Bas Jan Ader e di altri autori.

Una riconferma dell'interesse di MiArt nei confronti dei giovani, viene da due progetti espositivi, nati in collaborazione con l'Università IULM, la Regione e il Comune, che hanno lo scopo di promuovere alcuni tra i più promettenti artisti italiani e mostrare la direzione che, nel nostro Paese, sta prendendo l'arte strettamente contemporanea.
La prima mostra, "In attesa di giudizio", curata da Milovan Farronato, Francesca Pasini e Michele Robecchi, presenta dipinti, fotografie, video e performance di 9 giovani artisti (Sergio Breviario, Silvia Buonvicini, Flavio De Marco, Elenia Depedro, Elisabetta Di Maggio, Paolo Gonzato, Laura Viale, Francesca Rivetti, Carlo Zanni); la seconda, intitolata "Indicativo presente", realizzata da Luca Beatrice, Alessandro Riva e Maurizio Sciaccaluga, offre una selezione di altrettanti artisti (Luca del Baldo, Christian Leperini, Maria Francesca Tassi, Vanni Cuoghi, Giuseppe Rado), che si occupano di pittura, scultura, sperimentazione video, installazioni, mixed media e street art.
Le opere, concordate tra artisti e curatori, sono state realizzate appositamente per questa manifestazione e si trovano all'interno della sezione "Anteprima".
Nella stessa ottica di promozione delle giovani promesse italiane, debutta a MiArt con una mostra anche il Premio Artegiovane, che fa parte del progetto "Art Syn ToMi", organizzato dall'associazione omonima e dalle Camere di Commercio di Milano e Torino.

Come nelle scorse edizioni, la manifestazione fieristica è affiancata da una serie di eventi collaterali e conferenze, che coinvolgono critici, galleristi, collezionisti e istituzioni.

Questi gli appuntamenti principali:

30 marzo 2007, ore 12:30 - "Premio Artegiovane 2006".

30 marzo 2007, ore 15:00 - "Arte e comunità".

30 marzo 2007, ore 18:00 - "Il collezionismo o il mondo come voluttà e simulazione".

31 marzo 2007, ore 12:30 - "L'arte nella città e nei palazzi".

31 marzo 2007, ore 13:00 - "The Talk", che fa parte del progetto "Arcipelago Olanda".

31 marzo 2007, dalle 15:00 - "L'eredità della forma cinema nel video d'arte".

31 marzo 2007, ore 16:00 - "Isomorphic Space. L'omogeneizzazione degli spazi d'arte".

1 aprile 2007, ore 15:30 - "L'arte motore di sviluppo: progetto per una nuova identità di Milano".

1 aprile 2007, ore 18:30 - "Presentazione del libro Guida ai Musei di arte contemporanea in Italia".

La Fondazione Stelline promuoverà inoltre la start-up di un nuovo progetto: "Le Fabbriche dell'Arte - Atlante dell'Arte", curato da Marco Cingolani, che si concretizzerà nella realizzazione di uno stradario dei luoghi dove si crea l'arte, dagli studi d'artista agli spazi dove sono avvenuti e avvengono incontri e dibattiti culturali.

Per chi avesse ancora tempo, segnaliamo le mostre: "Kandinsky e l'astrattismo in Italia 1930-1950", a Palazzo Reale; "Picasso illustratore" alla Fondazione delle Stelline - Sala del Collezionista; "Paul Klee. Teatro magico", alla Fondazione Mazzotta; "Collection de passions, passion de collections" alla Galleria del Credito Valtellinese - Refettorio delle Stelline; "Street Art, Sweet Art. Dalla cultura hip hop alla generazione pop up" al PAC - Padiglione d'Arte Contemporanea; "Franco Vaccari. Col tempo", allo Spazio Oberdan; "Giorgio Armani" e "The New Italian Design" alla Triennale.

Altre esposizioni si tengono in zona Bovisa. Da BaseB si può vedere "Who do you think you are?", una mostra dedicata alla scena artistica cinese contemporanea, alla Triennale Bovisa "Timer 01", primo appuntamento di un progetto a cadenza triennale che sviluppa il tema dell'artista e del suo essere nel mondo. L'edizione di quest'anno racconta come 100 artisti internazionali hanno portato avanti la loro ricerca dopo l'attentato terroristico del 2001 alle Torri di New York.

Tra le iniziative di contorno rientra anche GallerieAperte, che prevede l'apertura straordinaria, il 31 marzo, fino alle 22, di molte gallerie milanesi, tra cui quelle aderenti a Start.

Per avere ulteriori informazioni sulla manifestazione e gli eventi correlati, si può guardare il sito MiArt.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate