Mostre di arte moderna e contemporanea

ArteFiera Art First 2007

26 gennaio - 29 gennaio 2007

Quartiere Fieristico di Bologna
Padiglioni 16, 18, 21, 22
Ingressi: Piazza Costituzione e Nuovo Ingresso Nord (Parcheggio Michelino, uscita tangenziale n.8)
Tel. 051-282111
Orari: ven-dom 11-19, lun 11-17. 25 gennaio su invito

"If you love art, everything comes later", è il sottotitolo dell'edizione 2007 di ArteFiera Art First.
Non sembra pensarla così Massimo Di Carlo, presidente dell'ANGAMC, l'Associazione Nazionale delle Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea, che ha segnalato la mancanza di trasparenza nel meccanismo di selezione delle gallerie e, di fatto, ha inferto un duro colpo alla credibilità di quella che è sempre stata considerata la principale manifestazione italiana di questo genere.
Di diverso avviso, Silvia Evangelisti, la direttrice di ArteFiera, che difende la sua creatura e l'operato della commissione, di cui fanno parte alcuni tra i più noti galleristi italiani: Alfonso Artiaco, Stefano Fumagalli, Monica De Cardenas ecc. Fa notare, infatti, che, come sempre, si è tenuto conto della qualità dei candidati e degli artisti proposti oltre che della presenza di gallerie internazionali e giovani gallerie.
Difficile sapere chi ha ragione e chi ha torto. Sicuramente ognuno ha le sue motivazioni, più o meno condivisibili. D'altra parte, come insegna la storia del chiacchieratissimo Festival di Sanremo, tutte le volte che esiste una commissione e una selezione, le polemiche si sprecano e si parla sempre di favoritismi.
La cosa migliore è andare a vedere cosa c'è e farsi un'idea diretta di ciò che vale e di cosa è meglio non acquistare.

Le gallerie presenti, suddivise in sezioni che tengono conto di ciò che propongono (arte moderna, arte contemporanea, nuove proposte), sono circa 200 e il 35% sono straniere. Come negli anni passati, c'è grande attesa per le gallerie dei mercati emergenti, che sono quelli poco conosciuti dell'Europa dell'Est: Ungheria, Polonia, Romania, Repubblica Ceca, Slovenia e Lituania.

Accanto agli stand di galleristi, istituzioni ed editori, esistono spazi dedicati alla riflessione, dove si tengono presentazioni di libri (Words on art, Art Cafè, Hall 18), incontri con critici, curatori e protagonisti del mondo dell'arte (Conversazioni d'arte), discussioni su temi d'attualità (Open art, Gallery Hall, Hall 21-22).

Un altro stand particolare è quello del critico Achille Bonito Oliva, già presente nella scorsa edizione.
Nello spazio "ABO" (Art Before Obvious), William Furlong, Donatella Spaziani ed Emilio Prini parleranno del rapporto tra suono e immagine (dalle 12 alle 13), mentre Fabio Mauri, Maurizio Moschetti e Gilberto Zorio intervisteranno alcuni protagonisti del mondo dell'arte (dalle 18 alle 19).
Achille Bonito Oliva sarà protagonista anche di uno degli incontri che si terranno al nuovo Spazio Alfa Romeo - Giornale dell'arte (Hall 18). Il 26 gennaio, alle 16, sarà presentato, infatti, il libro L'arte e le sue voci L'arte è un dimenticare a memoria, che riporta le conversazioni che ha avuto in occasione di Arte Fiera 2006.
Un'altra iniziativa che riguarda l'eclettico curatore si avrà domenica 28 gennaio, alle 20, alla Galleria d'Arte Moderna. Verrà messo in scena, infatti, il suo lavoro teatrale Il ribelle imminente, un atto unico di critica totale.

Chi avesse ancora tempo, può visitare alcune mostre, come "Christopher Williams" alla Galleria Comunale d'Arte Moderna, "Netmage" a Palazzo Re Enzo, "Premio FURLA per l'arte" a Villa delle Rose, oppure andare a spasso per la città. Nei pressi delle più prestigiose sedi museali e istituzionali di Bologna sono state installate, infatti, opere di importanti artisti contemporanei.
Sabato 27 gennaio, inoltre, molte gallerie bolognesi che fanno parte dell'ASCOM saranno aperte in orario serale, dalle 20:30 alle 23.

Per avere ulteriori informazioni sulla manifestazione e gli eventi correlati, si può guardare il sito di Arte Fiera.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate