Mostre di arte moderna e contemporanea

ArteFiera Art First 2006

27 gennaio - 30 gennaio 2006

Quartiere Fieristico di Bologna
Padiglioni 16, 18, 21, 22
Ingressi: Piazza Costituzione e Nuovo Ingresso Nord (Parcheggio Michelino, uscita tangenziale n.8)
Tel. 051-282111
Orari: ven-dom 11-19, lun 11-17

È un momento importante per ArteFiera, giunta ormai alla trentesima edizione.
Quelli appena passati sono stati anni di successo e di crescita che l'hanno consacrata come la principale fiera italiana dell'arte moderna e contemporanea. Rappresentano un punto di arrivo, ma anche di partenza verso nuovi traguardi.
Nonostante la concorrenza sempre più agguerrita di altre piazze, la Fiera di Bologna, infatti, non demorde e fa di tutto per conservare intatta la sua leadership.
Mostrando, come sempre, grande attenzione per la qualità delle proposte, si conferma, anche quest'anno, un appuntamento che collezionisti, critici, galleristi, artisti e appassionati non devono assolutamente mancare.
Andare ad ArteFiera è, infatti, fondamentale per capire come si sta muovendo il mercato dell'arte internazionale e conoscere le ultime tendenze.

Le gallerie presenti sono circa 200. Hanno uno standard di qualità molto elevato e arrivano da tutto il mondo.
Sono suddivise in diversi settori: Arte moderna e contemporanea, Giovani gallerie, Editori, Librerie, Istituzioni.
Grande visibilità viene data alle gallerie emergenti, che offrono la possibilità di scoprire le giovani promesse dell'arte contemporanea e sono ospitate nel Padiglione de L'Esprit Nouveau, in Piazza Costituzione.
Un posto di rilievo spetta anche alle gallerie dell'Europa dell'Est, che l'anno passato hanno riscosso grande interesse. Si tratta, infatti, di un mercato emergente e ancora poco conosciuto.
Completano la lista degli espositori, musei, fondazioni, istituzioni culturali, riviste ed editori specializzati.

Per la prima volta è presente anche lo stand di un critico. L'idea non poteva venire ad altri che ad Achille Bonito Oliva.
Nel suo spazio, chiamato "ABO critica ad arte", non ospiterà oggetti d'arte ma "concetti", espressi personalmente dagli artisti.
Negli incontri, che si terranno alle 12 e alle 17:30 di venerdì, sabato e domenica, Enzo Cucchi, Braco Dimitrievic, Liliana Moro, Michelangelo Pistoletto, Ettore Spalletti e Sisley Xhafa racconteranno al pubblico il progetto di un'opera che esiste soltanto nella loro immaginazione, un'opera che avrebbero voluto realizzare, ma non hanno potuto fare o non hanno ancora messo in cantiere.
Negli altri momenti si potranno vedere le foto di Achille Bonito Oliva e verranno proiettati dei filmati: il video della Biennale 93, realizzato da Mario Codognato per la trasmissione francese Arté; Il ritratto di ABO di Paola Scremin per Raisat Arte (2001); il film Totòmodo: l'arte spiegata anche ai bambini (1995), curato da Achille Bonito Oliva.
L'ultimo giorno di fiera, il critico metterà all'asta un suo progetto, che potrà essere attuato dall'acquirente.

Come sempre, accanto agli stand di galleristi, musei ed editori, esistono spazi per la sosta e la riflessione. In queste aree, si tengono presentazioni di libri (Words on art), incontri con critici, curatori, protagonisti del mondo dell'arte (Conversazioni d'arte), discussioni su tematiche d'attualità (Open art).

Per avere ulteriori informazioni sulla manifestazione e gli eventi correlati, si può guardare il sito di Arte Fiera.

Per chi avesse ancora tempo, segnaliamo le mostre: "Drive. Automobili nell'arte contemporanea" e "Wayleave" alla Galleria Comunale d'Arte Moderna, "Luigi Ghirri nello studio di Morandi" al Museo Morandi, "Mimmo Jodice Light" a Villa delle Rose.

L'opportunità di vedere altre opere d'arte è garantita dall'installazione dei lavori di importanti artisti contemporanei nei pressi delle più prestigiose sedi museali e istituzionali della città e dall'apertura serale, sabato 28 gennaio, di molte gallerie bolognesi.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate