Mostre di arte moderna e contemporanea

Cézanne - Renoir. 30 capolavori dal Musée de l'Orangerie

23 marzo - 3 luglio 2005

GAMeC - Galleria d'Arte Moderna e Contemporanea
Via San Tomaso 53, Bergamo
Tel. 035-399527
Orari: mar-dom 10-13 15-18:45, lunedì chiuso

Il Musée de l'Orangerie di Parigi ospita la collezione del famoso mercante d'arte Paul Guillaume (1891-1934), che, in vita, raccolse un vasto insieme di opere, focalizzando il suo interese su alcuni autori, tra cui André Derain, Chaim Soutine, Henri Matisse, Amedeo Modigliani, Pablo Picasso, Henri Rousseau, Maurice Utrillo e, soprattutto, Paul Cézanne e Pierre-Auguste Renoir.
Dopo la sua morte, la collezione fu portata avanti dalla moglie, Domenica Walter, che negli anni '60 la lasciò allo Stato a condizione che venisse esposta all'Orangerie.

La mostra presenta al pubblico 32 dipinti, che provengono dal museo francese, 16 opere di Renoir e 14 di Cézanne più un Matisse e un Picasso, che vengono messi in relazione con un ritratto del primo e un paesaggio del secondo. Dalle Civiche Raccolte d'Arte di Milano arriva invece il Ritratto di Paul Guillaume di Modigliani, un altro capolavoro.

Guillaume, che diventò ricco vendendo arte africana, decise di investire parte del suo patrimonio nell'arte contemporanea comportandosi più da mecenate che da mercante.
Lo stesso spirito altruistico lo spinse ad aprire la sua collezione al pubblico nel 1927 e, in seguito, a lasciare il suo patrimonio artistico allo Stato.
Tra i suoi artisti preferiti c'erano Cézanne e Renoir, due personalità molto diverse, opposte e complementari, che rappresentavano i diversi volti dell'impressionismo e diventarono punto di riferimento per le ricerche succesive, attente alla forma o al colore.

Paul Cézanne, infaticabile ricercatore della forma ultima, della struttura geometrica delle cose, influenzerà le ricerche di Picasso e del Cubismo.
Pierre-Auguste Renoir, più spontaneo e gioioso, attento al valore espressivo della luce e del colore, lascerà il segno su Matisse e i Fauves.

La mostra è arricchita da videoproiezioni e apparecchiature multimediali, che aiutano il visitatore a conoscere il lavoro e il pensiero di questi due autori, la figura di Paul Guillaume e il suo rapporto con gli artisti, il contesto in cui vissero e operarono.

La rassegna è curata da Pierre Georgel, direttore del Musée de l'Orangerie di Parigi, da Giovanni Valagussa dell'Accademia Carrara, da Francesco Rossi, ex direttore di questa istituzione.

Alla mostra è abbinata l'operazione "Art for life", che invita le aziende a sponsorizzare l'evento e, al tempo stesso, contribuire a un progetto UNICEF a favore dei bambini del mondo. Il tema di quest'anno è "Emergenza Maremoto".
I privati che aderiscono all'iniziativa e donano almeno 10 Euro, possono ottenere uno sconto sul biglietto.

A "Cézanne - Renoir" si accompagna, presso l'Accademia Carrara, un'esposizione dedicata alla Pittura dell'Ottocento italiano con opere di Cesare Tallone, Giuseppe Diotti, Giovanni Carnovali (Il Piccio), Andrea Appiani, Costantino Rosa, Francesco Hayez, Carlo Mancini, Giuseppe De Nittis, Giuseppe Pellizza Da Volpedo. I dipinti fanno parte della collezione dell'Accademia, ma si vedono molto raramente. Una ragione in più per dare loro un'occhiata.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate