Mostre di arte moderna e contemporanea

Chefs-d'œuvre de la Phillips Collection, Washington

27 maggio - 27 settembre 2004

Fondation Pierre Gianadda
Rue du Forum 59, 1920 Martigny
Orari: 9-19

Molti musei americani sono chiusi per restauri e le loro collezioni fanno mostra di sé in giro per l'Europa.
Se il MoMA ha scelto di esporre alla Neue Nationalgalerie di Berlino i suoi capolavori, la Phillips Collection di Washington ha optato per la Fondation Pierre Gianadda, a Martigny, dove ha deciso di portare una cinquantina di opere della raccolta museale. Pezzi importanti, che appartengono, in massima parte, alla corrente impressionista e alle avanguardie storiche.

Tra i dipinti più attesi di questo museo, che ha aperto al pubblico nel 1921, figurano Le Déjeuner des canotiers (1881) di Pierre Auguste Renoir, Entrée du jardin public à Arles (1888) di Vincent van Gogh, Pot de gingembre avec grenade et poires (1890-1893) di Paul Cézanne, La chambre bleu (1901) di Pablo Picasso, l'Album photo (1937) di Paul Klee. Un pittore di cui Duncan Phillips comprò ben 13 tele senza neppure immaginare quali conseguenze avrebbero avuto per lo sviluppo dell'arte americana. Al grande artista svizzero fecero riferimento, infatti, tra gli altri, Richard Diebenkorn, Kenneth Noland e Marc Tobey.
La mostra è resa ancora più ricca dalla presenza di opere di Courbet, Daumier, Degas, Monet, Bonnard, Gauguin e altri artisti europei dell'epoca.
Lo sguardo sul passato è assicurato dai dipinti di El Greco, Chardin, Delacroix, Ingres. Lavori che Duncan Phillips ha acquistato seguendo un'idea ben precisa: che non ci sia rottura tra passato e presente, ma un legame fatto di risonanze reciproche.

La rassegna è curata da Jay Gates, direttore della Phillips Collection.
Il museo, ampliato e rinnovato, dovrebbe essere pronto per il prossimo inverno. Nello stesso periodo, dovrebbe essere inaugurato anche un nuovo Centro studi sull'arte moderna.

Links ad altre pagine di Artdreamguide correlate