Henri de Toulouse-Lautrec

Attività artistica di Henri de Toulouse-Lautrec.
Verso uno stile autonomo e maturo (1884-1892)

 Henri de Toulouse-Lautrec, "Danza al Moulin Rouge", 1890, (partic.)Dal 1884 Henri de Toulouse-Lautrec diventa assiduo frequentatore dei caffè-concerto, delle sale da ballo, dei teatri.
Ha inizio una galleria infinita di raffigurazioni di attrici, ballerine e prostitute: Danza al Moulin Rouge (1890), Jane Avril che danza (1891). A inframmezzarle sono di tanto in tanto alcuni ritratti di parenti e amici: Ritratto di Vincent van Gogh (1887), Hélène Vary (1888).
Toulouse-Lautrec fissa questi personaggi in immagini realistiche e ricche di movimento. La pittura è fatta di pennellate rapide, colori brillanti, contorni netti e marcati. In ossequio al suo amore per il disegno, le figure appaiono spesso non finite. Risaltano direttamente sul supporto.
Sono queste qualità a procurare a Toulouse-Lautrec molti incarichi come illustratore da parte di importanti riviste dell'epoca: "Courrier Français", "Le Mirliton", "Paris Illustré".