Opere di Henri Rousseau Le Douanier (Il doganiere)

Immagini di opere di Henri Rousseau "Il doganiere"

Henri Rousseau "il Doganiere", "L'incantatrice di serpenti", 1907, (partic.)Henri Rousseau "il doganiere" è una figura anomala, ma molto interessante, nel panorama dell'arte a cavallo tra '800 e '900.
Rousseau non è assimilabile a nessun movimento, corrente o tendenza. Non emerge per straordinarie capacità tecniche, né tantomeno per il suo impegno teorico e sperimentale.
Nonostante questo, ai suoi tempi Rousseau venne tenuto in alta considerazione da Picasso, Braque, Delaunay e altri artisti della loro generazione. Kandinsky ne tesseva le lodi per la sua purezza e grande libertà. I surrealisti arrivarono, persino, ad annoverarlo tra i loro precursori.
In tempi più recenti il Doganiere Rousseau è stato indicato come il grande padre della pittura primitiva e naïf.
Spontaneità, genuinità e purezza sono le chiavi per capire tanta considerazione in rapporto a espressioni dell'arte così diverse tra loro.

A differenza della maggior parte dei grandi artisti, il lavoro di Rousseau non si evolve in maniera significativa. Le trasformazioni più importanti riguardano i soggetti, che negli anni vanno sempre più precisandosi: ritratti, vedute di giardini, paesaggi esotici.
L'analisi delle opere di Henri Rousseau è utile per conoscere i soggetti e i temi dominanti del suo lavoro. Mettendo a confronto le sue opere con quelle di alcuni predecessori si possono mettere in luce molte caratteristiche.

La presentazione delle opere di Henri Rousseau Le Douanier (Il doganiere) è articolata in modo da documentare: