Opere di Henri Rousseau Le Douanier (Il doganiere)

Opere di Henri Rousseau "Le Douanier".
Opere di Henri Rousseau a confronto

Henri Rousseau "il Doganiere", "Guillaume Apollinaire e Marie Laurencin", 1909, (partic.)Nel corso di venticinque anni il lavoro di Henri Rousseau non si è evoluto in maniera evidente. Per comprendere le trasformazioni più significative può essere utile confrontare opere dipinte a distanza di tempo. L'operazione è, del resto, facilitata dalla tendenza dell'artista a lavorare su pochi temi.

Un personaggio come Henri Rousseau affascina per la sua genuinità e spontaneità.
La sua formazione autodidatta fu la sua debolezza, ma anche la sua grande forza. A fatica si riescono a stabilire rapporti tra il suo lavoro e quello di predecessori. Per queste caratteristiche, e per la sua originalità, Rousseau venne apprezzato dalle nuove generazioni di artisti.
Il confronto tra le opere di Rousseau e quelle dei suoi più noti predecessori non serve a riconoscere influenze. Serve soprattutto a capire quello che i suoi più giovani estimatori potevano vedere in lui e nel suo lavoro. A questo riguardo i confronti più interessanti riguardano altre figure di riferimento dell'arte francese di inizio '900: Paul Cézanne, Vincent van Gogh, Paul Gauguin.

L'interesse suscitato dalle opere di Rousseau in tanti protagonisti dell'arte moderna è noto. Mostrare opere di Rousseau accanto a quelle di alcuni di loro sarebbe importante per capire cosa hanno preso veramente da lui.
Tra i confronti possibili ci sarebbero quelli di Rousseau con le opere di Pablo Picasso, Georges Braque, Robert Delaunay, Fernand Léger, André Derain e Maurice de Vlaminck. Purtroppo, ragioni di diritti d'autore non li permettono.
Diverso il caso di personaggi come Franz Marc e August Macke, storici esponenti dell'Espressionismo tedesco. Esigenza di purezza e genuinità, interesse per l'arte primitiva, dedizione totale alla natura erano alcuni dei motivi ispiratori del loro lavoro. Rousseau, sotto questi aspetti, rappresentò per loro un fondamentale punto di riferimento. E di ciò dettero ampia testimonianza nel famoso almanacco "Der Blaue Reiter".