Pierre-Auguste Renoir

Luoghi dove è documentata l'opera di Pierre-Auguste Renoir.
Musei con gruppi importanti di opere di Renoir

Per ammirare Renoir in tutto il suo massimo splendore non c'è che andare a Parigi.
Sembrerebbe logico, ma in realtà non lo è. Gli impressionisti e i grandi dell'arte moderna spesso sono stati capiti prima o meglio fuori dalla propria terra d'origine. Oggi per conoscerli occorre recarsi in musei stranieri, in molti casi americani.
Il discorso vale in parte anche per Renoir, ma a Parigi si ha la fortuna di incontrare molti autentici capolavori, tutti assieme. Ciò, a dispetto della valanga di quadri che si possono trovare alla Barnes Fondation! Una valanga che, però, pochi fortunati possono avere l'opportunità di conoscere in originale.

  • Musée d'Orsay / Parigi (Paris) - F

    Il nucleo di opere di Renoir al Musée d'Orsay di Parigi non è quello numericamente più consistente, ma sicuramente quello più importante sul piano della qualità.
    Tra i numerosi capolavori vanno ricordati: Sentiero scosceso nell'erba alta (ca 1875), Ballo al Moulin-de-la-Galette (1876), L'altalena (1876), Ballo in campagna e Ballo in città (entrambi del 1883), Ragazze al piano (1892) e Le grandi bagnanti (1918-19), ultimo grande capolavoro dell'artista.

  • Musée Renoir / Cagnes-sur-Mer, Nizza (Nice) - F

    Il Musée Renoir di Cagnes-sur-Mer non è importante tanto per i capolavori che custodisce, quanto soprattutto per il grande valore storico-documentario. Venne, infatti, acquistata da Renoir nel 1907 e divenne la sua residenza fino alla morte, nel 1919.
    Nel giardino sono collocate alcune delle sue sculture, tra cui Bagnante. All'interno si trovano sculture più piccole e numerose tele, specie del '900: Giovane donna con putto, Natura morta con mele e fiori, Ritratto di Colonna Romano (1910), una versione de Grandi bagnanti (1901-02), Paesaggio di Collettes (1914), Donna di Collettes (1915).

  • Musée de l'Orangerie / Parigi (Paris) - F

    Il Musée de l'Orangerie di Parigi dispone di un'altra notevole concentrazione di tele di Renoir. Ciò è dovuto alla passione del mercante Paul Guillaume, che creò il nucleo fondamentale della collezione.
    Delle 23 tele di Renoir vanno citate soprattutto: Nudo di donna nel paesaggio (1883), Ragazze al piano (1892), Bagnante dai capelli lunghi (1895), Ritratto di Gabrielle e Jean (1895-96), Claude Renoir che gioca.

  • Barnes Foundation / Merion Station, Philadelphia, PA - USA

    La Barnes Foundation di Merion Station è un vero inno alla memoria di Renoir. Albert Barnes, il grande collezionista che la creò, amava particolarmente Renoir, e nel corso delle sue scorribande in Europa fece letteralmente incetta di sue opere. Ammontano a oltre 150! E allora poco importa che non siano tutte al massimo livello.
    Tra le principali, non può fare a meno di ricordare: All'uscita del Conservatorio (1877), Madre col bimbo (1881), La famiglia dell'artista (1896) e la splendida serie di nudi femminili degli anni '10

  • National Gallery of Art / Washington, DC - USA

    La National Gallery of Art di Washington (DC) possiede una cinquantina di tele di Renoir. Molte provengono dalla grande collezione di Chester Dale.
    Tra le tante, si possono ricordare: Odalisque (1870), Le Pont Neuf, Paris (1872), Fanciulla con gatto (ca 1875), Ragazza che s'intreccia i capelli (1876), Bambina con annaffiatoio (1876), Canottieri a Chatou (1879), Bambina col cerchio (1885)