Arshile Gorky

Attività artistica di Arshile Gorky

Arshile GorkyArshile Gorky è uno dei più importanti artisti americani del '900.
La sua figura si colloca agli albori del nascente Espressionismo astratto, del quale viene considerato uno dei principali precursori.

Il lavoro di Gorky è stato visto talora come la trascrizione di esempi illustri dell'arte europea. E in effetti, per tutta la prima parte della sua carriera le opere presentano notevoli somiglianze con quelle di grandi autori, che di volta in volta prende a modello. In ordine di tempo: Cézanne, Picasso cubista e Picasso surrealista, Miró, Masson, l'astrattismo lirico di Kandinsky, Matta.
Il giudizio viene smentito, invece, dalle opere della maturità, realizzate tra il 1942 e l'anno della morte (1948). In questo periodo Gorky, pur restando legato al Surrealismo, si sottrae alla sua influenza e definisce un proprio linguaggio e uno stile originale. E tutto questo per l'appunto nel momento di massima penetrazione del Surrealismo in America.

Le opere mature di Gorky presentano una grande omogeneità e coerenza stilistica, sia su tela che su carta.
Hanno un aspetto ibrido, a metà strada tra figurazione surrealista e astrattismo lirico. Complessi aggregati di forme organiche e naturali fluttuano su sfondi sporchi e slavati, come in un brodo gelatinoso. Tra le allusioni sessuali e i riferimenti al mondo vegetale vi riecheggiano ricordi delle sue origini armene, dissolti o mescolati da una pittura liquida. Slavature, rigagnoli di colore diluito e cancellature confondono le forme e suscitano il mistero.
Senza dubbio, in queste opere traspare ancora la parentela con i quadri contemporanei di Miró, Masson, Matta e con l'astrazione lirica di Kandinsky. Ma l'aspetto evanescente e la ricerca di forme aperte, che lascino spazio all'immaginazione, le collocano su un livello diverso. Per la prima volta nella storia dell'arte americana l'intento rappresentativo cede spazio ad altre esigenze: l'autonomia da contenuti, l'espressione di energie interiori, la ricerca di uno spazio più libero e aperto.
Con il suo esempio, Gorky rappresenta in modo emblematico il processo di maturazione dell'arte americana, che grazie al confronto con l'arte europea, si sbarazza da ogni residuo di provincialismo per lanciarsi in una grande avventura. Quella che porterà all'Espressionismo astratto.