Willem de Kooning

Attività artistica di Willem de Kooning.
Dagli inizi di Willem de Kooning fino al 1938

Non è rimasto molto degli inizi di Willem de Kooning: nature morte e composizioni realiste. Basta, però, per mostrare un giovane artista dotato di grande virtuosismo tecnico.
Giunto in America nel 1926, de Kooning è costretto a svolgere lavori su commissione: allestimenti di negozi, pitture murali, insegne, ecc. Solo verso la fine degli anni '20 riesce a dedicarsi con più assiduità al proprio lavoro, ma continuando sempre a svolgere incarichi su commissione.
Attorno al 1929, de Kooning conosce John Graham, Stuart Davis e Arshile Gorky. Attraverso di loro, allarga il suo orizzonte di esperienze e si introduce negli ambienti culturali newyorkesi. Ma è con Gorky che instaura un rapporto particolare.
Gorky suscita in lui l'interesse per il Cubismo, per la pittura di Picasso e per Miró. Gli effetti si notano nella produzione del periodo 1935-37, una sorta di "surrealismo astratto", a metà strada tra Picasso e Miró. È un genere di pittura che in principio presenta notevoli analogie con le opere di Gorky. Le opere su tela sono composizioni astratte di forme organiche ed elementari, curvilinee e poligonali, disposte su uno sfondo piatto.