Umberto Boccioni

Luoghi dove è documentata l'opera di Umberto Boccioni.
Musei con qualche opera importante di Umberto Boccioni

Umberto Boccioni, "Visioni simultanee", 1911Umberto Boccioni è un artista piuttosto raro nei musei di tutto il mondo. Ciò è dovuto, come si è detto, allo scarso numero di opere prodotte, ma anche alla loro concentrazione in poche istituzioni. Particolarmente rare sono le opere futuriste.
Al di fuori dei nuclei più importanti, musei milanesi e MoMA, le opere più interessanti risultano conservate in alcuni musei tedeschi. Le ragioni di questa presenza in terra tedesca risiede innanzitutto nel vivo interesse che, in Germania, il lavoro di Boccioni registrava quando era ancora vivo. In secondo luogo, dipende dalle mostre che Herwarth Walden organizzò ai futuristi nella sua gallerie Der Sturm.

  • Von der Heydt-Museum / Wuppertal - D

    Visioni simultanee (1911) è tra le opere più importanti della prima fase futurista di Boccioni, quando l'artista era interessato a rendere il movimento e il dinamismo attraverso la compenetrazione di strade, case e figure.

  • Sprengel Museum Hannover / Hannover - D

    Il museo conserva due opere molto interessanti: La strada entra nella casa (1911) e Natura morta con cocomero (1914). Nella prima l'artista è impegnato a creare una sensazione di energia e movimento, attraverso la compenetrazione dei volumi della figura al balcone, con i piani delle case e delle strade.

  • Kunstmusem Basel / Basilea (Basel) - CH

    Forze di una strada (1911) è un'opera importante della prima fase futurista, quando Umberto Boccioni è interessato al problema del dinamismo e del movimento, resi attraverso la compenetrazioni di piani.

  • Pinakothek der Moderne / Monaco (München) - D

    Nelle collezioni statali bavaresi figura una delle opere futuriste più interessanti di Umberto Boccioni: Costruzione orizzontale (1912). È un ritratto futurista a mezzo-busto della madre, che costituisce una variante della sezione superiore di Materia.

  • Metropolitan Museum of Art / New York, NY - USA

    Recentemente è entrata a far parte delle collezioni del Metropolitan la tela I selciatori (1914).

  • Städtische Kunsthalle Mannheim / Mannheim - D

    La bella collezione di scultura moderna comprende anche una delle fusioni di Forme uniche della continuità nello spazio del 1913.

  • Tate Modern / Londra (London) - UK

    La collezione futurista della Tate non è vasta, ma comprende opere di tutti gli autori più significativi. Tra esse una delle fusioni di Forme uniche della continuità nello spazio del 1913.

  • Galleria d'Arte Moderna / Milano - I

    La collezione Grassi, ospitata in un'ala della galleria, comprende il grande pastello La madre (1907) e l'olio su cartone Testa femminile o La contessa Canova (1911).

  • MART, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto / Rovereto, Trento - I

    Il museo, che è in procinto di trasferirsi nella nuova sede progettata da Mario Botta, conserva una buona raccolta di artisti futuristi. Nel suo ambito figurano anche diverse opere minori di Umberto Boccioni.