Joseph Beuys

Attività artistica di Joseph Beuys

Joseph Beuys a Kassel nel 1982Josef Beuys è una delle personalità più complesse della storia dell'arte recente.
Espressioni compiute dell'attività artistica di Beuys sono soprattutto le "Aktionen" (Azioni), complesse operazioni comportamentali che l'artista mette in atto a partire dalla metà degli anni '60. In esse vengono a condensarsi due tendenze fondamentali, che improntano il generale processo di trasformazione dell'arte nella seconda metà degli anni '60. In primo luogo, lo spostamento dell'interesse dell'artista dal prodotto artistico al momento progettuale dell'opera. Ovvero, la valorizzazione dell'evento creativo alla base del processo artistico (l'idea), propria dell'arte concettuale. In secondo luogo, la rottura della barriera che separa l'arte dalla vita, ottenuta attraverso la messa in scena del quotidiano, propria delle operazioni azioniste-comportamentali.
Ma limitare la portata dell'opera di Beuys a questi due punti impedirebbe di cogliere l'essenza del suo messaggio. Espressione più originale è la cosiddetta "Soziale Plastik": un umanesimo che travalica l'ambito strettamente artistico, per toccare questioni di ordine sociale o, addirittura, antropologico. Questo particolare umanesimo è alla base dell'attività artistica, dell'insegnamento e dell'azione politica di Beuys. Per descriverlo è opportuna la trattazione separata delle diverse sfere che tocca: filosofica, politica ed artistica.