Artisti. Net Art: recensioni e links a progetti di Net Art

Net Art.
Fidget
di Kenneth Goldsmith e Clem Paulsen

Autore:
Kenneth Goldsmith e Clem Paulsen
Titolo:
Fidget
Anno:
2003-04
Credits:
Kenneth Goldsmith
Clem Paulsen
Stadium
Whitney Museum of American Art
Collaborazioni:
Stadium
Printed Matter
Whitney Museum of American Art
Tecnologia:
Applet Java

Se il corpo umano non fosse capace di attività intellettuali e spirituali, ciò che rimarrebbe sarebbero le sole funzioni vegetative. Allora, di lui si vedrebbe solo la sua apparenza fisica e i movimenti che compie. Per descrivere la sua vita di relazione basterebbe registrare fedelmente tutti gli atti che svolge nell'arco della giornata.
L'essere umano ridotto a catalogo di movimenti meccanici, registrati attraverso l'osservazione fedele e oggettiva...
Ma quanto l'osservazione è veramente capace di essere oggettiva?
Lo scrittore Kenneth Goldsmith nel 1997 effettuò uno studio su se stesso. Registrò fedelmente tutti i movimenti del proprio corpo compiuti nell'arco di 13 ore, il giorno 16 giugno 1997. Quindi, trascrisse la registrazione in forma di testo, usando frasi brevi e schematiche e una sintassi elementare.
Il risultato non corrispondeva esattamente all'originale. Per quanto fedele e minuziosa fosse, la trascrizione non rendeva perfettamente tutte le componenti. In particolare quelle quantitative, come la durata di ogni movimento, l'ampiezza, ecc.
Per reintrodurre il fattore "tempo", nel 1998, Goldsmith e il programmatore Clem Paulsen elaborarono un progetto di Net Art, basato su un'applet Java.
S'intitola Fidget, che in inglese significa "muoversi senza sosta"...
In esso il testo risulta ristrutturato in brevi frammenti schematici. Gli elementi di testo appaiono, si muovono e svaniscono sul campo visivo in relazione all'ora della giornata cui si riferiscono. La loro incisività è dettata dalla durata dell'apparizione, dalla traiettoria, dal colore e dimensioni dei caratteri, dal colore dello sfondo.
Qui, a differenza della versione scritta, l'utente non è semplice spettatore. Può intervenire modificando vari parametri: dimensioni e colori dei caratteri, lo sfondo, l'ora della giornata e quindi i testi corrispondenti, la durata dei movimenti.
Fidget funziona mediante una applet Java 1.1.

La realizzazione di Fidget è frutto della collaborazione del Whitney Museum of American Art at Philip Morris, Printed Matter e di Stadium.
Fidget all'origine è stato commissionato dal Whitney Museum of American Art at Philip Morris come progetto in collaborazione con il vocalista Theo Bleckmann. La performance dal vivo si è tenuta al Whitney il 16 giugno 1998. L'interpretazione vocale di Bleckmann può essere ascoltata online in Real Audio sul sito di Stadium. Contemporaneamente alla performance, un'installazione venne allestita presso Printed Matter.

Kenneth Goldsmith è autore di poemi visivi e di performance in collaborazione. È anche autore di UbuWeb Visual, Concrete + Sound Poetry (http://www.ubu.com).