Artisti. Net Art: recensioni e links a progetti di Net Art

Net Art.
Somnambules
di Nicolas Clauss e Jean Jaques Birgé

Autore:
Nicolas Clauss e Jean Jaques Birgé
Titolo:
Somnambules
Anno:
2003
Credits:
Nicolas Clauss, Jean Jaques Birgé
Collaborazioni:
Didier Silhol (danza)
Produzione:
Coproduction A.P.R.E. / Thécif - Région Ile de France / Atelier de Paris - Carolyn Carlson / with the help of the Culture and Communication Ministery.
© A.P.R.E. 2003
Tecnologia:
Macromedia Shockwave
Riconoscimenti:
- Prix ARS Electronica 2004 Honorary Mention, Net Vision, Linz, Austria
- 1st Net Art Prize France Telecom R&D / Oone, festival Art Rock, St Brieuc.
- SACD - Interactive Creation Award 2004, France
- Vidéoformes 2004 - New Medias Creation Award - Clermont-Ferrand, France
- SENEF 2003 - Special Prize of the jury - Seoul, South Korea

I surrealisti sono tra coloro che hanno preso più seriamente gli studi di Freud sul sonno e sui sogni.
Nei sogni hanno riconosciuto un nuovo straordinario strumento per generare immagini. Al sonno e ai sogni Salvador Dalí ha dedicato tanti quadri. Su tutti ne spicca uno, in cui il sonno è rappresentato come un volto addormentato, in precario equilibrio su grucce.
Se il sonno e i sogni sono così ricchi di stimoli, chissà di quanta abbondanza godono i sonnambuli!
Somnambules è il titolo di un progetto interattivo di due artisti francesi: Nicolas Clauss e Jean Jaques Birge.

Somnambules è costituito da 12 scene, selezionabili attraverso un menù:
1)  Ouverture
2)  Ghost
3)  Pluie
4)  Machination
5)  Slow dawn
6)  Frontal
7)  Docks
8)  Fragile
9)  Melting
10) High
11) Nuages
12) Coda.

In ogni scena si combinano vari elementi: coreografia, effetti visivi, musica.
Punto di partenza sono i movimenti del corpo di Didier Silhol, grande protagonista della danza d'avanguardia francese. Per Silhol la danza è fatta di movimenti spontanei, improvvisati. Tali movimenti dipendono sia da leggi fisiche (gravità, equilibrio, ecc) che dalle relazioni umane.

Ogni scena mostra il danzatore alle prese con movimenti diversi. Ma la danza non è l'unico elemento. Ad essa si affiancano anche musica, suoni, elementi grafici, visioni.
Visioni, suoni e movimenti dei corpi s'intrecciano misteriosamente, come in un sogno.
L'utente non rimane inerte spettatore. In ogni momento può intervenire con il mouse.
Come nel sonno dei sonnambuli, il sogno viene allora disturbato. Il flusso delle visioni e dei suoni diventa più meccanico, sgraziato.
Tenuto conto del sonoro, meglio non provarlo in ufficio. Potrebbe causare una sincope al collega a fianco...